guida di viaggio e biglietti elettronici

Il primo passo: acquisto della guida di viaggio

Ci abbiamo messo un po’ prima di realizzare che avevamo davvero acquistato un viaggio in Indonesia. E non per l’eccezionalità della destinazione. In genere, dopo aver preso i biglietti – spesso con largo e incosciente anticipo rispetto alla data di partenza – io e mia moglie li mettiamo emotivamente da parte, in un cassetto della memoria a cui attingere in un secondo momento, quando sarà opportuno tirarli fuori. Questo non accade prima di qualche mese, perché finché non acquistiamo la nostra brava e spesso inutile guida di viaggio della Lonely Planet, fino ad allora l’avventura non inizia davvero.

Ed eccola qui, nuova e fiammante, pesante e stracolma di pagine, esattamente come piacciono a me. Un po’ datata, a dire il vero, perché è stata pubblicata nel lontano 2012 in versione originale, ma tant’è, non penso che quest’anno sia previsto un aggiornamento. Per quello che ci serve è più che sufficiente. Abbiamo scelto lei, invece che l’altrettanto celebre Routard, perché sembra più completa. O forse è solo una questione di voluminosità. Quanto ai motivi reali per cui, ogni anno, io acquisto una guida cartacea di viaggio, rimando alla lettura di questo articolo.

 

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *