Prima di partire

Giappone 2014

Perché acquistare il Japan Rail Pass, malgrado i costi

Perché acquistare il Japan Rail Pass

La chiave magica che apre le porte del Giappone ai turisti è il Japan Rail Pass, ovvero il biglietto dell’intera linea ferroviaria statale. Questo strumento, che nel corso del tempo ha acquisito sempre maggiore importanza, rappresenta un modo facile, intelligente e (relativamente) poco costoso per affrontare il discorso trasferimenti all’interno del paese. Dico “relativamente” perché,

Quando andare in Giappone

quando andare in giappone

L’aspetto meteorologico di un viaggio viene preso in considerazione quasi sempre quando è troppo tardi. In genere, l’alta stagione di un luogo è strettamente correlata al suo clima; tuttavia, più questo luogo è lontano, minori sono le possibilità che la bella stagione di qui possa coincidere con quella di laggiù. In ogni caso, quasi mai

Quanti soldi portare in Giappone

quanti soldi portare in giappone

Ma quanti soldi portare in Giappone? Eccoci al punto dolente. Il lato oscuro, inquietante, imprescindibile di ogni viaggio. Quello che determina tutte le scelte a seguire e – purtroppo – le condiziona pesantemente: il fattore soldi. Non credo esista un criterio valido per tutti; ciò che sembra ovvio è che più ne hai meglio è:

Come spostarsi in Giappone

come spostarsi in giappone

Dopo esserci riavuti dall’emozione, cominciamo a prendere coscienza del grosso problema logistico che comincia a delinearsi. Non so perché, ma questo viaggio mi mette in crisi. Il Giappone non è proprio una passeggiata, non sta dietro l’angolo; pur avendo viaggiato in paesi molto più problematici, come Laos e Cambogia, per citarne solo alcuni, questa avventura

Perché il Giappone?

perché andare in giappone

Il nostro viaggio in Giappone del 2014 non è iniziato il giorno in cui siamo partiti, né quello in cui abbiamo preso la decisione definitiva. No, il viaggio per il Giappone è iniziato 11 anni prima, cioè la prima volta che abbiamo preso un aereo per l’Oriente. Allora andammo in India, ma subito pensammo: siamo