Visto per lo Sri Lanka: cosa fare

La procedura per ottenere il visto per lo Sri Lanka è abbastanza semplice. Si tratta in sostanza di scegliere tra due opzioni: ottenere l’autorizzazione elettronica online (ETA) in anticipo, comodamente da casa; richiedere il visto direttamente in aeroporto all’arrivo a Colombo. Due metodi equivalenti, a quanto sembra, ma con la sostanziale differenza che il primo costa di meno ed è immediato; il secondo costringe all’inevitabile fila alla dogana e probabilmente costa qualche dollaro in più.

Di conseguenza, abbiamo scelto di ottenere l’ETA con la procedura online. Il sito è questo:

http://www.eta.gov.lk/slvisa/visainfo/center.jsp?locale=en_US.

Una volta cliccato su Apply si approda in una pagina per l’accettazione dei termini e delle condizioni; oltre questa inizia la procedura vera e propria.

Ripeto, l’iter è semplice, occorre solo fare attenzione a un paio di elementi che – stando ai forum – sembrano più controversi di altri. Il primo step è scegliere il link sulla sinistra “Apply for an individual”; ciò significa che saremo costretti a ripetere l’operazione distintamente per ogni utente. La pagina successiva mostra un modulo con parecchi campi, non tutti obbligatori, da riempire con attenzione. A parte le informazioni personali, richieste, e quelle relative al passaporto, dovute, il form richiede anche la data di ingresso nel paese (che implica l’inizio di validità del ETA) e l’indicazione dell’alloggio in cui si intende stare una volta entrati nel paese. Si tratta del PRIMO alloggio, beninteso, quindi basta scrivere il nome del primo albergo in cui si è previsto di soggiornare.

Il secondo punto controverso è la sezione DECLARATION. Le tre domande finali, infatti, sembrano in contraddizione con quanto stiamo facendo. Ci chiedono se abbiamo un visto di residenza valido in Sri Lanka; se stiamo già utilizzando un ETA per lo Sri Lanka o abbiamo ottenuto una estensione del visto; se abbiamo un visto per ingressi multipli in Sri Lanka. Sono tutte domande che rispondono evidentemente ad un preciso intendo di evitare frodi o sovrapposizione di documenti, ma che al povero turista ignaro sembrano quantomeno strane. Perché mai mi chiedi se ho l’ETA quando sto richiedendone uno proprio ora? Ad ogni modo, bisogna rispondere a tutte e tre le domande con un NO.

Il passo successivo è la verifica dei dati appena immessi, quindi, dopo aver preso visione di ulteriori clausole e condizioni, si procede al pagamento. Il costo dell’ETA è di 35 dollari a persona. Un prezzo onesto, direi, e in linea con quanto si paga in altri paesi. Ultimato il pagamento bisogna subito controllare la propria posta elettronica. Immediatamente arriva una mail con l’avviso di avvenuto ricevimento della richiesta. Qui viene dichiarato che il responso verrà inviato entro 24 ore, ma io l’ho ricevuto appena due minuti dopo, così come mia moglie.

L’ETA ha una validità di tre mesi dal momento in cui è emesso ed è utilizzabile per 30 giorni una volta presentato in dogana. Quindi la regola è di farlo un mese prima della partenza. Cosa farne, praticamente? Sui forum non c’è unanimità di giudizio. Alcuni affermano che non sia necessario mostrarlo, tanto i funzionari di dogana lo ricavano automaticamente dal nome sul passaporto. Altri raccomandano di esibirlo comunque. Quindi il consiglio è: stamparlo e portarlo con sè. A noi non l’hanno proprio voluto vedere…

 

5 pensieri riguardo “Visto per lo Sri Lanka: cosa fare

  • 14 Febbraio 2019 in 18:15
    Permalink

    Non è vero che il costo dell’ETA online è 35$!!! non avete completato realmente la procedura altrimenti avreste scoperto che il sito applica 44£ di commissione per un totale di 79$! In aeroporto invece il costo sarà di 40$

    Risposta
    • 15 Febbraio 2019 in 7:58
      Permalink

      Ciao Fabio, forse stiamo parlado di due siti diversi? Il costo online che ho pagato io è stato esattamente quello a cui si riferisce l’articolo. D’altronde, se non avessi completato la procedura non sarei neppure partito… Un saluto.

      Risposta
  • 22 Febbraio 2019 in 1:45
    Permalink

    Ciao, avrei una domanda. Devo andare in India in vacanza ma il mio visto dura solo due mesi e vorrei visitare anche lo Sri Lanka.
    Secondo voi dallo Sri Lanka posso rifare un visto turistico per l’India?
    In modo che possa rimanere in India per altri mesi?
    Grazie a tutti!

    Risposta
    • 26 Febbraio 2019 in 9:04
      Permalink

      Ciao Dario, in genere i visti non permettono una seconda entrata, anche se il periodo di permanenza non è stato sfruttato appieno. Secondo me dovresti fare il nuovo visto per l’India al consolato indiano di Colombo. Essendo tutto molto lungo e problematico in Sri Lanka, ti consiglio di farlo appena arrivi nel Paese, e andarlo a ritirare alla partenza. Si tratta di una mia opinione, naturalmente, ma immagino sensata. Se c’è qualcuno che ha sperimentato il tuo stesso percorso, lo invito a farsi avanti e spiegarci come ha fatto

      Risposta
      • 7 Aprile 2019 in 18:16
        Permalink

        Il visto turistico per l’India se fatto in consolato o in ambasciata permette ingressi multipli.
        In alternativa, si può fare online.

        Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *