Sri Lanka 2018

sri lanka 2018

Viaggio nell’isola degli elefanti (20 agosto – 4 settembre 2018)

Il fantasmagorico Pathirakali Amman Temple di Trincomalee

Pathirakali Amman Temple

Il Pathirakali Amman Temple, comunemente conosciuto come Kali Kovil, è uno dei templi più importanti di Trincomalee. Rappresenta uno spettacolare esempio di architettura dravidica, così comune nel sud dell’India, importata e impiantata in terra cingalese molti secoli fa dagli invasori Tamil. Chi è già venuto in contatto con questi edifici sa di cosa sto parlando.

Fort Fredrick, monumento al colonialismo europeo

Fort Fredrick

La visita di Trincomalee non sarebbe completa senza aver compiuto una capatina, anche breve, al suo monumento più rappresentativo: il Forte portoghese-olandese, ovvero Fort Frederick. Ma non aspettatevi una passeggiatina qualsiasi. L’imponente fortificazione, che si erge sul promontorio che si allunga sul mare e divide in due la città, richiede una camminata di circa 10

Prima impressione di Trincomalee, 10 anni dopo la fine della guerra civile

impressione di Trincomalee

Per molti giorni, dopo aver prenotato, abbiamo nutrito seri dubbi sull’opportunità di andare a mare nei pressi di Trincomalee. Le ragioni di ordine climatico (il monsone, da quelle parti in agosto, è più mite) non bastavano a renderci l’idea meno inquietante.  Trincomalee è una città simbolo, dal passato triste e tribolato: fino a 10 anni

I risvolti comici di una disavventura tra Nilaveli e Pidgeon Island

Nilaveli e Pidgeon Island

Tra Nilaveli e Pidgeon Island esiste un invisibile quanto solido cordone ombelicale. Si può affermare, senza tema di essere smentiti, che senza Pidgeon Island, Nilaveli sarebbe solo un puntino nella mappa e poco più. Una sperduta e alquanto malmessa località in grado a malapena di soddisfare le esigenze dei villeggianti locali o delle gite scolastiche.

Pidgeon Island, un paradiso marino al largo di Nilaveli

Pidgeon Island

L’unica attrazione degna di rilievo di Nilaveli – a parte l’immensa spiaggia – è la vicinanza con l’isola dei piccioni, Pidgeon Island. L’unica area, vicino alla costa, che possa essere considerata in Sri Lanka quanto di più simile a una barriera corallina. E lo è, lo posso assicurare. Di conseguenza, è la località più trafficata

Nilaveli, ovvero come sbagliare il soggiorno al mare in Sri Lanka

Nilaveli

Abbiamo scelto Nilaveli per trascorrere gli ultimi 4 giorni della nostra vacanza in Sri Lanka, quelli tradizionalmente destinati al soggiorno balneare. Come ampiamente sperimentato in altri viaggi, la prima fase era dedicata alla scoperta del paese, la seconda all’assoluto relax al mare, senza tappe o vincoli temporali, in completa balia dell’ozio più assoluto. Ma dove

Thuparamaya, il più antico tempio buddista dello Sri Lanka

Thuparamaya

L’altra grande attrazione di Anuradhapura è Thuparamaya, in pratica il più antico tempio buddista dello Sri Lanka. Il che è quanto meno sorprendente, almeno ad un primo sguardo poco informato. Questa grande campana bianca e rossa non sembra proprio un edificio costruito nel 250 a. C.. Anzi, la prima impressione è quella di un monumento

I colossali dagoba rossi di Anuradhapura

dagoba rossi di Anuradhapura

Anuradhapura è la tappa principale all’interno del Triangolo culturale di Sri Lanka. Una visita che può assorbire gran parte di una giornata come pure una settimana, tanto è ricca di cose da vedere e luoghi da esplorare. Del resto, stiamo parlando della più antica e potente capitale dello Sri Lanka, città immensa e tentacolare capace

La grande statua del Buddha di Aukana e le sue api guardiane

Buddha di Aukana

Una delle destinazioni meno frequentate del Triangolo culturale è il Buddha di Aukana. Si tratta di una deviazione di pochi chilometri nel tragitto che collega Dambulla ad Anuradaphura; tuttavia, non tutti i tour operator scelgono di farla. Il nostro giro, al contrario, puntava molto sul patrimonio artistico-religioso dell’isola e quindi, senza sapere neppure come, ad

Gli ultimi 400 scalini di Sigiriya: una cronaca per immagini

Gli ultimi 400 scalini di Sigiriya

Questa è la cronaca per immagini dell’ascesa alla Rocca di Sigiriya. O meglio, degli ultimi 400 scalini, ovvero la parte più ardua, faticosa e – a tratti – angosciante della salita. La racconto in questo modo perché sono consapevole che non c’è niente di meglio che vedere con i proprio occhi per comprendere cosa davvero